Waiting for the Europeans: A tu per tu con Caterina Sangiorgi.

In vista degli Europei giovanili di dressage, abbiamo voluto chiedere ai nostri giovani talenti convocati per questa prestigiosa competizione di raccontarsi con una breve intervista. Caterina Sangiorgi, una delle convocate della squadra Young Rider, ci ha raccontato le sue emozioni, le sue aspettative e come si sta preparando per rappresentare l’Italia in questo importante evento. Scopriamo insieme le sue risposte e conosciamo meglio questa giovane atleta che si appresta a portare il suo cavallo e la sua passione sul palcoscenico europeo.

  1. Come ti senti ad essere stato convocato per gli Europei giovanili di dressage? Sono veramente contenta per questa convocazione.
  2. Come si chiama il cavallo che porterai agli Europei giovanili di dressage e qual è un particolare che lo rende unico secondo te? Parteciperò a questi Europei con Totally More RH e questo sarà il quinto campionato che faccio con lui.  Sono 6 anni che lo monto e la cosa che lo rende unico è il carattere molto difficile ma altrettanto leale. 
  3. Come ti stai preparando per questa competizione? Sto preparando questa gara con impegno e determinazione per riuscire a fare il meglio. 
  4. Hai un amuleto portafortuna o una routine particolare prima di entrare in gara?La routine che ho prima di entrare in rettangolo è la stessa di sempre, preparo il mio cavallo con calma e mi concentro sulla gara. Non ho amuleti o riti particolari.
  5. Chi è il tuo modello nel dressage e perché? Personalmente prendo come punto di riferimento mio papà per la tecnica e la tenacia. Hubertus Schmidt tecnico di mio papà, è un altro modello che prendo come riferimento per la sua tecnica e metodo classico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

1 × uno =

Articoli correlati

There are not media published by you.