“C’è sempre un MODO…”.

Ciao! Mi presento ai lettori di tutto DRESSAGE. Mi chiamo Monica Domeniconi e sono una Mental coach certificata ICF e da anni mi occupo soprattutto del settore sportivo, in particolare degli sport equestri. Ho passato infatti tutta la mia vita tra i cavalli e attualmente ho una mia scuderia privata.

Con questo lavoro ho riunito tutte le mie passioni. I cavalli, la comunicazione, sono giornalista iscritta all’Albo, e lo studio di come funziona la mente.

Ho accettato con entusiasmo questa proposta di collaborazione con la testata tutto DRESSAGE perché credo che ci sia bisogno di fare chiarezza su questa nuova professione di cui si parla tanto ma di cui si sa ancora poco.

Mi piacerebbe instaurare con i lettori un dialogo aperto rispondendo ai loro
quesiti in maniera semplice e quindi utile. La mente funziona secondo determinate regole che sono uguali per tutti e nel momento in cui si conoscono il gioco diventa facile.

Da qui l’importanza del Mental Coaching, una metodologia che ti permette di allenare la tua mente in base alle sue regole, diventando consapevole dei meccanismi che la bloccano.

Normalmente ci si rivolge ad un mental coach in un momento di difficoltà, sportiva o personale. In realtà io penso che sarebbe utile già dalla adolescenza avere una guida che ti spieghi come gestire la sfera emotiva e affrontare al meglio le sfide della vita. Ogni coach ha un suo approccio personale che deriva dalle esperienze, dalla formazione e dalla personalità.

Il mio logo è MODO, acronimo di Monica Domeniconi, perché negli anni ho sviluppato un coaching a MODO mio, che mette insieme tutte le mie competenze e che rispecchia il mio slogan “C’è sempre un MODO…”. Esiste sempre una soluzione per ogni problema e una via per raggiungere i propri obiettivi.

Essere una donna di cavalli sicuramente mi aiuta a capire meglio le problematiche di questo sport. L’esperienza come giornalista, avendo collaborato per molti anni con riviste del settore, mi permette di trovare le
domande giuste e potenti per sbloccare le situazioni. E la lunga formazione nel campo della mente fa il resto. Prima la laurea in Lettere con indirizzo psicologico , poi il percorso di tre anni per diventare counselor, la PNL, la Mindfulness e alla fine la scoperta del Mental coaching ed è stato amore a prima vista. Ecco quello che fa per me! Pensai. Io sono in continua crescita, formazione e aggiornamento perché non è mai abbastanza.

Amo tanto questo lavoro perché mi permette di vedere la trasformazione delle persone nella miglior versione di loro stesse in breve tempo e questo è meraviglioso. Quando si vuole intensamente il cambiamento è il momento giusto per iniziare un percorso di mental coaching. Le sedute avvengono principalmente on line su Skype ma anche nei centri sportivi che desiderano organizzare dei corsi.

Ora che mi sono presentata siamo pronti per cominciare con i vostri quesiti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

8 − 5 =

Articoli correlati

There are not media published by you.