Happydays di Fonteabeti venduta a Helgstrand Germany: l’intervista con Ulf Möller

Breve presentazione dell’intervistato 

Il Dr. Ulf Möller (veterinario) ha avuto grande successo sia nell’ambito lavorativo, sia nell’ambito sportivo. Ha iniziato la sua carriera come cavaliere alle aste della società degli Hannover. Poi per 19 anni ha gestito le scuderie PSA, Hof Kasselmann. Dal 2017 è stato responsabile per l’allenamento e la vendita dei cavalli sportivi di Helgstrand Dressage (Danimarca e Stati Uniti d’America). Dal 2020 è direttore di Helgstrand Germany a Syke. 

Ricordiamo alcuni dei suoi più importanti successi nello sport equestre: 

Vincitore del Campionato del Mondo dei Cavalli Giovani da Dressage 

  • 1999 con Sandro Hit 
  • 2000 con Don Davidoff 
  • 2001 2ndo con Placido 

Vincitore del Bundeschampionat Tedesco 

  • 1999 con Sandro Hit 
  • 2000 con Placido 
  • 2001 con Welt Hit VI e con Placido 
  • 2002 con Davidoff 
  • 2005 con San Rubin 
  • 2006 con Sir Donnerhall 

Ulf Möller è sposato con Eva Möller e hanno tre figli. Ulf e Eva Möller sono una squadra sia nella vita di famiglia, sia nella vita lavorativa. Eva si allenava con Johann Hinnemann. Tra i suoi successi più importanti, ha vinto il Bundeschampionat in 1996, 1997 e 2002.  Nel 2012 e 2013 ha vinto il titolo di campione del mondo con Sa Coeur e ancora nel 2022 con Global Player. 

L’Intervista con Ulf Möller 

Sig.r Möller, dall’inizio del 2022, avete un nuovo cavallo in scuderia, si tratta di Happydays di Fonteabeti, una cavalla di 4 anni, allevata in Italia, presso l´Allevamento Fonteabeti, figlia di Valverde e della fattrice Vittoria di Fonteabeti (WUP/T.C.N. Partout). 

Come è venuto a conoscenza della cavalla? 

Riccardo Volpi, noto allevatore di cavalli da Dressage e con il quale abbiamo già collaborato in passato, mi ha mandato un video. Guardandolo siamo subito rimasti entusiasti della cavalla. Per questo motivo, appena ultimato il Campionato del Mondo e il Bundeschampionat, ho preso l’aereo per l’Italia, alla volta dell’Allevamento Fonteabeti. Vista e  provata la cavalla me ne sono innamorato e da lì la decisione di comprarla. 

È stata una scelta molto rapida, avevamo già ricevuto le lastre in anticipo in occasione dell’appuntamento di prova. Abbiamo subito provveduto alla visita clinica che non ha riscontrato alcuna problematica. 

Quando sceglie un cavallo, quali sono le caratteristiche più importanti? Quale particolarità della cavalla Vi ha fatto decidere così in fretta? 

La cavalla è … adesso che è nostra posso dirlo apertamente (ride), un cavallo fantastico! Conoscevamo molto bene il padre (Valverde), lo montava mia moglie Eva. Quando ho provato Happy Days, ho capito che aveva ereditato tante  delle ottime caratteristiche dello stallone Valverde. Mi ha colpito la sensibilità positiva della cavalla, che è quello che cerchiamo in un cavallo da dressage. Abbiamo bisogno di cavalli che siano positivamente sensibili. 

Poi c’é la sua magnifica morfologia , l’armonia nei movimenti e il suo ottimo equilibrio. 

Tutte queste caratteristiche, oltre a possedere tre andature molto qualitative, sono per me fattori fondamentali nella ricerca di un cavallo da dressage. Il cavallo si deve muovere in equilibrio. E questa cavalla ha un equilibrio naturale. Tutte le qualità che il cavallo possiede naturalmente non le dobbiamo creare con il lavoro. 

Al momento la cavalla è ancora giovane ma abbiamo grandi aspettative per il suo futuro. Oggi il nostro allenatore, in vista dei campionati del mondo nutre grandi progetti per questa giovane ma promettente cavalla. 

Quindi, possiamo dire che siete completamente soddisfatti dell’acquisto della cavalla e della sua preparazione sportiva? 

Sì, al momento posso solo dire di sì. 

Adesso dobbiamo conoscere meglio la cavalla. Per noi ci sono due criteri: uno, come i cavalli si comportano in scuderia, due, come si comportano in gara. Happy Days ha già fatto esperienze in gara, vincendo il campionato Italiano dei cavalli da Dressage di 4 anni e non abbiamo incontrato problemi di alcun genere. Happy Days ha già mostrato intesa e fiducia nel cavaliere. 

Quale sono i suoi piani per Happy Days? 

Durante l’inverno lavoreremo e poi inizieremo con gli appuntamenti per la selezione per il Bundeschampionat, più o meno all’inizio di maggio e poi in seguito lavoreremo per il Campionato del Mondo. 

Chi è il cavaliere di Happy Days? 

Mia moglie Eva. Nella scuderia è lei il cavaliere con più esperienza nell’addestramento dei cavalli giovani e nella loro preparazione per i campionati. E anche visivamente ci sono le giuste proporzioni con la cavalla. Happy Days non è piccola, ma nemmeno troppo alta. Le sta molto bene. 

E un’ultima domanda, tornerà alla ricerca di un futuro campione in Italia, all’Allevamento Fonteabeti? 

Sì, volentieri, ma devo ammettere che questa volta sono stato viziato. Stimo molto Riccardo, come persona e come imprenditore. Lui si dedica con grande passione, assidua cura e innovazione che lo ha sempre contraddistinto all’allevamento dei cavalli da dressage. In più, per allevare un campione ci vuole anche un pizzico di fortuna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

14 − quattro =