Judges & Co. – I livelli

Elementare?

Le riprese in tutto il mondo sono raggruppate in livelli, in Italia sono 5: Invito, Elementari, Facili, Medie, Difficili. 

Ogni livello prevede grafici con esercizi, movimenti, tipi di andature che fanno parte della progressione addestrativa standard. 

In Italia, con continui corsi e aggiornamenti, i giudici vengono formati per assegnare i voti corrispondenti alla qualità della presentazione in rapporto al livello della ripresa basandosi sulla Scala del Training.

Nelle categorie elementari quindi vengono richiesti ritmo, decontrazione e contatto, oltre ovviamente a una certa precisione nel disegno e ad assetto e aiuti corretti, mentre gradualmente con i livelli superiori si inizia a chiedere anche lo sviluppo dell’impulso dressagistico, della rettitudine (cavallo dritto sulla pista e correttamente incurvato nei circoli) e della riunione.

Da quest’anno è stato introdotto un sistema di valutazione sperimentale delle riprese E100 e inferiori dove si valuta la ripresa non esercizio per esercizio ma i giudici, riuniti in C, danno una valutazione complessiva di posizione, assetto, uso degli aiuti, precisione e impressione generale della presentazione, in analogia a quanto avviene in altri Paesi e nelle competizioni Children internazionali.

In alcuni Paesi il regolamento è più esplicito nella descrizione dei livelli e degli scopi di ogni livello.

Ecco per esempio quanto prevede il regolamento degli Stati Uniti. Oltre al Quarto livello vengono montate le riprese FEI.

USDF Scopi dei livelli delle riprese.

Livello introduttivo (corrisponde alle nostre E60 – 80): introdurre il cavallo e/o il cavaliere allo sport del dressage. Mostrare di aver capito di montare il cavallo in avanti con un ritmo costante in un contatto elastico con mani indipendenti e ferme e un assetto correttamente equilibrato. Mostrare la corretta geometria delle figure e la flessione corretta nei circoli e negli angoli

Primo livello (corrisponde alle nostre E serie 100): confermare che il cavallo, otre alle richieste del livello precedente, ha sviluppato l’impulso necessario per ottenere un migliore equilibrio e permeabilità agli aiuti e a mantenere un contatto più costante.

Secondo Livello (corrisponde alle nostre E serie 200 e superiori): confermare che il cavallo, avendo raggiunto l’impulso necessario per il livello precedente, ora accetta più peso sui posteriori (riunione); si muove con una tendenza verso l’alto (uphill, rilevato), specialmente nelle andature medie e che è affidabilmente nella mano. Sono richiesti livelli maggiori di rettitudine, decontrazione, flessione, permeabilità, equilibrio e self-carriage rispetto al livello precedente.

Terzo livello: (corrisponde al nostro livello F) confermare che il cavallo, avendo iniziato a sviluppare una tendenza ad un equilibrio sul posteriore e quindi ad essere più rilevato mostra ora un aumentato ingaggio, specialmente nelle andature allungate. Le transizioni tra riunito, medio e allungato devono essere ben definite e ottenute con l’ingaggio dei posteriori. Contatto, rettitudine, equilibrio, permeabilità e self-carriage devono essere migliori che nel secondo livello.

Quarto livello (corrisponde al nostro livello M): confermare che le qualità ottenute nel livello precedente sono confermate per compiere gli esercizi richiesti che hanno un livello di difficoltà medio. Il cavallo rimane costantemente in mano con un equilibrio uphill e leggero come risultato di un maggior impegno del posteriore. I movimenti sono effettuati con maggiori rettitudine, energia e cadenza rispetto al livello precedente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

4 + 3 =