Paradressage – Nuovi cavalli per Maurilio Vaccaro e Lucia Krivosudska

 “Voglia di esistere e non mollare mai” è il motto di Maurilio Vaccaro e Lucia Krivosudska, i due atleti di paradressage grado 3 a livello internazionale.

Dopo un periodo lontano dai campi gara a causa della pandemia e di alcuni problemi di salute, Maurilio e Lucia sono ripartiti col piede sull’acceleratore per affrontare il 2022. Hanno appunto acquistato due cavalli che portano i nomi di gloriosi piloti di Formula1: Hamilton J e Alonso.

Hamilton J (Bretton woods x Numero Uno) è un KWPN di 9 anni che proviene dalla scuderia di Andrea Giovannini. Il cavaliere romano ha fatto alcune competizioni con questo cavallo ottenendo anche un argento ai campionati regionali laziali in categoria M nel 2020. Successivamente, confrontandosi con i due cavalieri paralimpici, si è dedicato alla preparazione di Hamilton per destinarlo al paradressage. Sul profilo facebook di Andrea leggiamo che aver addestrato e venduto un cavallo per il paradressage è un’esperienza che gli ha riempito il cuore. Andrea si è reso disponibile anche a seguire Maurilio e Lucia nel loro percorso sportivo. 

Lucia e Maurilio insieme ad Andrea Giovannini

Alonso (Abanos x Ragazzo) è un castrone baio di origini tedesche di proprietà di Maurizio Gili, presidente della storica Società Ippica Torinese. Sotto la sella di Maurizio Gili, Alonso ha ottenuto ottimi risultati a livello di PSG.

È indubbiamente un fatto positivo che Lucia e Maurilio abbiano deciso di restare in Italia per la scelta dei cavalli che li accompagneranno nella prossima stagione agonistica. È un segnale che anche in Italia esistono le competenze per la preparazione di cavalli adatti ad atleti paralimpici. Hamilton J e Alonso saranno scuderizzati presso la scuderia Rokalza a Pezinok in Repubblica Slovacca, nazione per la cui bandiera monta Lucia e dove si allenano entrambi i cavalieri.

Maurilio e Lucia si sono conosciuti nel 2018 e da subito hanno cominciato a lavorare assieme. Hanno partecipato a diverse gare internazionali e Maurilio si è qualificato per i WEG di Tryon del 2018 dove ha fatto parte della squadra italiana. 

Attualmente, i due atleti vivono spostandosi tra Bratislava e la Sicilia per incoraggiare e supportare persone con disabilità psichiche e intellettive ad avvicinarsi all’arte equestre, oltre a proseguire con la loro carriera di cavalieri di livello internazionale. La loro missione è quella di motivare e coinvolgere nuovi atleti sia paralimpici che normodotati attraverso il loro esempio. 

Seguiremo il loro ritorno sui campi gara internazionali con i loro due nuovi compagni!