Campionati Italiani: Giovani Cavalli

Nutrita presenza di cavalli giovani, compatibilmente ai numeri del dressage italiano e grazie soprattutto all’impegno dell’Allevamento Fonteabeti che ha presentato molti soggetti qualitativi, sia con i suoi cavalieri, sia con soggetti venduti e presentati dai nuovi proprietari, infatti più del 60% dei cavalli montati nelle categorie hanno il suffisso Fonteabeti e sono quindi nati e cresciuti in Italia.

4 ANNI

Primo posto a Golia di Fonteabeti che si è imposto con percentuali davvero degne di nota. Insieme a Frederico Mexia, primo cavaliere dell’allevamento, hanno dominato la categoria entrambi i giorni. Al secondo posto, medaglia d’argento, un cavallo italiano MIPAAF, Sir Elkintot montato da Margherita Paglieri. Il cavallo è nato dall’allevamento Pie’s Jumping Team di Cristiana Grilli, ma è poi stato rilevato da puledrino e cresciuto in Umbria da Riccardo Volpi. La medaglia di bronzo va a Francesca Rapazzoli (CE IL CAVALLINO) con Goccia di Fonteabeti che è stata acquistata nel 2020 e addestrata dall’amazzone milanese.

Margherita Paglieri

5 ANNI

Qui la medaglia d’oro, dopo aver dominato la classifica di entrambi i giorni, va a Ludovica Perbellini. Abbiamo parlarto di lei poco fa per la sua ottima performance ai Campionati del Mondo dove aveva ben figurato, ma qui ha superato le sue medie e ha fatto due giorni di personal best score andando diritta sul primo gradino del podio.

Ludovica Perbellini

Secondo posto e medaglia d’argento a Frederico Mexia e Fortuna di Fonteabeti e bronzo a Nelson Ramos (anch’esso cavaliere dell’allevamento) con Fiaba di Fonteabeti.

6 ANNI

Qui classifica tutta Fonteabeti con al primo posto Frederico e Equador di Fonteabeti, anche lui reduce da una buona performance ai Campionati del mondo giovani cavalli, ha presentato lo stallone in ottima forma. Secondo posto per Nelson Ramos e Elecktra di Fonteabeti e medaglia di bronzo per Lucia Berni e Evelyn di Fonteabeti, che ha acquistato in allevamento circa 2 anni.

7 ANNI

E’ oro il giovane Francesco Sangiorgi su Conticki, che è un castrone con linea di sangue da salto, ma che lui ha saputo valorizzare nella disciplina del dressage attraverso sicuramente l’attitudine che il cavallo ha dimostrato.

Secondo posto per Frederico Mexia e Darko di Fonteabeti e terzo posto sempre alla famiglia Sangiorgi, questa volta papà Pierluigi e Grenat HS, un bellissimo baio che si è fatto notare nei campi gara.

Speriamo che si possa ogni anno incrementare i numeri dei cavalli giovani per poter portare questa disciplina sempre più in alto.