Protagonisti Europei Pony – Intervista a Virginia Spoenle

Si torna a casa dopo una settimana impegnativa.

Come squadra siete stata forse la più forte di sempre, raccontaci come è stato lo spirito tra di voi, anche perché vi siete conosciuti lì e non avete avuto la possibilità prima di creare un legame.

Conoscevo già Lisa Bartz ed Edoardo Zara, dall’Europeo a Budapest del 2020. Mentre Ludovica Camerlengo l’ho conosciuta una volta arrivati a Strzegom, ma è nata subito una bellissima intesa. Ci siamo davvero divertiti tantissimo…tra di noi ma anche con Valentina Truppa, nostro tecnico e Laura Berruto, nostro chef d’equipe. È stata una settimana intensa e ricca di emozioni. Abbiamo portato a casa un risultato bellissimo con la squadra, sfiorando davvero di poco il podio.

Grande risultato anche nell’individuale: chiudi gli occhi e prova a ripercorrere i due rettangoli, cosa hai provato, le tue sensazioni insieme al tuo compagno di gare, il tuo pony.

Per me ogni test è stata una grande soddisfazione, in tutte e tre le prove ho fatto il mio personal best. Nel test individuale sono uscita un pò scontenta, perché mi sono fatta scappare due errori grossi che mi hanno fatto perdere un paio di punti percentuali ma nonostante gli errori siamo riusciti comunque a passare il 73% e a raggiungere la finale.

Se chiudo gli occhi e ripenso al momento in cui siamo entrati, non ricordo neanche se riuscissi a respirare…ero davvero nervosa, ma anche molto concentrata. Nel freestyle abbiamo dato davvero il massimo. Credo che con più allenamento e routine potremo migliorare ancora…in fondo il mio pony, Coer Noble, ha solo 8 anni.

Raccontaci con chi ti alleni quotidianamente a casa e il rapporto che hai con il tuo istruttore /istruttrice.

A casa mi alleno con Jana Freund. Ha una lunghissima esperienza, sia con pony che con cavalli grandi e mi aiuta davvero tantissimo. Una delle cose che spero di imparare da lei è la gestione della gara. Negli ultimi mesi mi ha dato davvero tanti suggerimenti su come comportarsi in rettangolo e soprattutto su come risolvere eventuali problemi durante la gara. Attingere dalla sua esperienza è davvero importante per me.

Momento dell’europeo che porterai sempre nel tuo cuore ?

Il momento più emozionante dell’europeo è stato sentire il risultato del team test… quasi 74%, per me percentuale mai raggiunta…e sapevo che avrebbe spinto in avanti la squadra. Ci abbiamo davvero sperato in quel bronzo. Ma ci riproveremo l’anno prossimo.

Programmi a breve termine?

Ho ancora due gare internazionali in programma per il 2021, Exloo ad Ottobre ed Aachen a Novembre. Nel frattempo continuiamo ad allenarci e a lavorare.