INTERVISTA A BEATRICE ARTURI E VALENTINA MERLI

Continuano le interviste dei nostri azzurrini prossimi alla partenza per gli Europei di Dressage ad Oliva Nova (ESP).
Oggi siamo a TU PER TU con l’amazzone Beatrice Arturi (allieva di Francesco Zaza) che gareggerà nella categoria riservata ai Young Rider con il suo Grandeur e Valentina Merli (allieva di Vicky Prandoni) che con il suo fidato Le Bom invece parteciperà alle gare riservate agli Junior.

Valentina Merli e Le Bom

“Convocazione arrivata! Te l’aspettavi oppure no? Qual è stata la prima cosa che hai pensato quando ti è arrivata la lettera dalla Federazione?”
Beatrice Arturi: “Questa convocazione ai campionati europei ad Oliva Nova me l’aspettavo! Ho pensato alla fortuna di potermi confrontare anche quest’anno con i migliori cavalieri young rider d’Europa”.
Valentina Merli: “Il mio percorso è stato molto particolare, ho gareggiato in categorie più alte per una crescita personale, ma comunque, dati i risultati ottenuti nella categoria junior ero al corrente di avere un posto nella squadra.
Quando finalmente è arrivata la lettera della federazione la prima cosa che ho provato è stata fierezza, perché sono molto fiera del mio percorso e lavoro svolto, e soprattutto sono fiera del mio cavallo che mi ha sempre dato il meglio di se, reputandoci un binomio solido”.

“Dopo la convocazione hai già festeggiato oppure per scaramanzia si rimanda tutto dopo i campionati?”
Beatrice Arturi: “No festeggerò ad agosto…ora devo concentrarmi e preparare tutto al meglio per questi campionati”.
Valentina Merli: “Io sono una persona molto scaramantica! Credo che sia come con i compleanni…se gli auguri si fanno prima, porta sfortuna”.

Beatrice Arturi e Grandeur

“Che cosa ti emoziona di più ogni volta dei campionati Europei?”
Beatrice Arturi: “Sicuramente l’emozione più forte è far parte del team Italia”.
Valentina Merli: “La cosa più bella in assoluto è la cerimonia di apertura che si fa il giorno del vet-check !!! È sempre stata molto emozionante! Sia la preparazione, quindi vedere tutta la squadra che porta fiera le bandiere e il tricolore. Vedere tutti vestiti in modo uguale e sembrare un vero e proprio team. Per me questo conta molto; sia la cerimonia in sé!”.

“Campionati in riva al mare si può dire…farai una scappatella in spiaggia in spiaggia o focus al 100% sulla gara senza distrazioni?”
Beatrice Arturi: “Se ci sarà del tempo libero volentieri”.
Valentina merli: “In ogni gara nazionale, internazionale, europeo o stage io non lascio mai la scuderia ed il mio cavallo da solo! Quindi non credo di andare in spiaggia, anche se l’argomento mi stuzzica molto!”.

Che dire in bocca al lupo ragazze!!