I CAMPIONI DI SPAGNA 2021

Dopo una lunga assenza del dressage dalle strutture del Mediterranean Equestrian Tour ad Oliva Nova, si torna con grande stile e si aprono le danze del tanto atteso Campionato di Spagna.

Come novità, in questa edizione il cast di giudici ha lavorato con il sistema «paperless», un metodo molto innovativo con Ipad creato da Black Horse One che mostra i risultati in tempo reale. Inoltre, dopo numerose polemiche delle edizioni precedenti per l’assenza di giudici stranieri, quest’anno

Podio giro piccolo

Marietta Almasy (4* – FRA) e Hans Voser (4* – SUI) sono stati invitati e hanno fatto parte della giuria.

Più di 200 iscritti hanno partecipato all’evento, ma sicuramente il campionato più atteso è quello Assoluto: è l’anno olimpico e la competitività è palpabile. Ogni partecipante ha combattuto per lo stesso obiettivo: un posto nella squadra olimpica.

Dopo il trionfo di Claudio Castilla Ruiz nel Gran Prix, l’amazzone Beatrix Ferrer-Salat rimonta nel Gran Prix Special riaprendo i giochi e lasciando tutti col fiato sospeso.

Domenica l’arena di Oliva Nova era piena fino a scoppiare e il pubblico ha assistito ad una delle finali più emozionanti.

Beatriz Ferrer-Salat ha presentato la sua nuova kur conquistando l’83,065%.

Per il sesto anno consecutivo, l’amazzone catalana ha concluso il suo Campionato con il miglior tocco finale, incoronandosi Campionessa di Spagna. Due mesi prima dei Giochi di Tokyo, Beatriz continua a migliorare le sue performance e i suoi punteggi. Grazie a quest’ultima vittoria ha conquistato il suo sesto oro consecutivo nel campionato spagnolo e il nono della sua carriera professionistica.

La medaglia d’argento è andata a Claudio Castilla con Alcaide, che non ha deluso il suo pubblico nell’esibirsi con piaffe ricchi di espressività e ottimo equilibrio, guadagnandosi la media finale dell’80,810%.

La classifica del campionato è stata chiusa da José Antonio García Mena con Sorento 15 e la percentuale del 79,375%.

Di grande livello sono stati anche le prove disputate in giro piccolo.

Guillermo García con Poeta de Susaeta è stato proclamato campione del National Criterium, un trionfo molto importante, che si aggiunge alla sua vasta vetrina di titoli e coccarde con il suo inseparabile compagno Poeta de Susaeta.

Con una differenza di cinque punti, il secondo posto nella classifica del Critérium è andato al giovane Juan Matute. In sella al figlio di “Quaterback”, il pilota ha lottato con le unghie e con i denti per restare tra i primi 3. Detto fatto, sigillando una seconda posizione sia in S. George che in Intermediate I, scivola ad un sesto posto nell Kur, ma non perde la medaglia d’argento. Nonostante i problemi di salute dell’anno precedente il giovane talento e figlio d’arte ha saputo riscattarsi ed è tornato a brillare anche nei campi internazionali.

La posizione di bronzo è andata a Juan de Dios Ramírez con Quarlito Von Nymphenburg.

Alba Abollo e Elvillar CS

Il campionato U25 si è concluso con una finale in grande stile. Alba Abollo insieme a Elvillar CS ha svolto delle buone prove in tutti i tre giorni di gara, per impressionare infine con 78.045 nel Freestyle. La sua stagione 2020 è stata turbolenta a causa dell’infortunio subito a novembre. La sua guarigione è arrivata al momento giusto per permetterle di salire sul gradino d’oro del podio.

Il secondo posto è andato a Cristina Wagemans con Ellington. Fianco a fianco, Alba e Cristina hanno lottato fino all’ultimo per la medaglia d’oro, ma alla fine Cristina ha ottenuto nella sua prova musicale un 75,305% che le è valso il secondo gradino del podio. La terza posizione è stata conquistata da Adrián Roldán con Floyd.

Parallelamente ai campionati Senior si sono svolti anche i campionati Young Rider, Junior e Children nei campi di Oliva Nova, dando grande possibilità di assaggiare l’atmosfera che verrà al prossimo campionato d’Europa (dal 6 all’11 di luglio).

María Guerrero ha prevalso nettamente nella classifica e ha concluso la sua partecipazione proclamandosi campionessa del livello Young Riders.

Con quattro punti in meno, la finalista europea Júlia Álvarez insieme a Du Pre ha concluso sul gradino d’argento. A chiudere il podio si trova Amelia Urrea con Sabbatik Rubi.

La categoria Junior è stata senza dubbio una delle più apprezzate. Decisiva per il primo posto è stata sicuramente la Kur, che ha letteralmente stravolto la classifica finale. La vittoria è di Carla Ugena, il secondo posto è di Andrea Montoya e chiude il podio Bruno Cid.