CDI 2* 3* 5* DI COMPIÈGNE TRA CONFERME E COLPI DI SCENA

Dal 28 al 30 di maggio si è svolto il CDI 2, 3 e 5 stelle di Compiègne (FR) numerosissime le nazioni presenti per competere, non solo a titolo individuale, ma anche in qualità di squadra, alla Nations Cup, tra cui: Danimarca, Svezia, Portogallo, Inghilterra, Francia, Svizzera, Belgio, Giappone, Olanda. Unica grande assente è la Germania; si presume per il fatto che questo prossimo weekend vadano in scena i Campionati tedeschi.

Catherine Dufour e Bohemian
Patrik Kittel e Well Done de la Roche CMF

Per quanto riguarda le conferme abbiamo nel CDI 2* Small Tour Charlotte Fry (amazzone di Van Olst Horses sponsorizzata da @AMAHORSE) che porta a casa due vittorie consecutive con Don Joe sia nel Prix St Georges che nell’Inter I.

Charlotte Fry che rivediamo vincitrice invece questa volta con il consolidato Everdale nel Grand Prix del venerdì del CDI 3*. Podio tutto femminile perché al secondo e terzo posto abbiamo due amazzoni danesi rispettivamente al secondo posto Cathrine Dufour con Vamos Amigos (cavallo proveniente dalle scuderie di Helgstrand Dressage e di proprietà della famiglia Pidgley) e al terzo posto abbiamo Nanna Merrald con Blue Hors Zack (binomio entrato a far parte della prima squadra danese in seguito al secondo posto ottenuto la settimana scorsa ai campionati danesi).

Nann Merrald e Blue Hors Zack

Sabato è stato l’inizio invece del CDI 5* e della Nations Cup. Nel CDI 5* vediamo al primo posto l’impeccabile Patrick Kittel con la sua Well Done De La Roche CMF, al secondo posto di nuovo la danimarca con Carina Cassoe Kruth con Heiline’s Danciera, una piccola, ma potentissima femmina di 10 anni figlia di Furstenball x De Niro, che, concorso dopo concorso, sta dimostrando sempre di più il suo enorme potenziale. Al terzo posto abbiamo di nuovo danimarca con Cathrine Dufour che riporta in gara per l’occasione il suo Bohemian (fino all’ultima linea di centro il binomio si trovava in testa, ma a causa di una incomprensione sul finale nel passage piaffe passage, è finito in terza posizione).

Joao Miguel Torrao e Equador MVL

Al termine del GP CDI 5* invece la classifica a squadre vedeva al primo posto la Svezia con un totale di 57 punti, il Portogallo con 52 (squadra portoghese composta solo da cavalli esclusivamente lusitani), e al terzo posto Inghilterra sempre con 52 punti.

Sabato è stato anche l’ultimo giorno del CDI 3* dove si sono disputati rispettivamente il GPS e il GP Freestyle.

Carina Kassoe Kruth e Heiline’s Danciera

Nello Special troviamo la stessa classifica del Gran Premio, ma con le prime due posizioni invertite: primo posto per Cathrine Dufour con Vamos Amigos che conferma la crescita costante di questo promettente cavallo, al secondo posto Charlotte Fry con Everdale e al terzo posto Nanna Merrald con Blue Hors Zack.

Nel Grand Prix Freestyle invece vediamo i primi due posti occupati dalla Svezia rispettivamente sul primo gradino abbiamo Johanna Due Boje con Mazy Klovenhoj (femmina di 13 anni figlia di Bocelli x National Zenith), al secondo posto Tinne Vilhelmson Silfven con Devanto, al terzo posto abbiamo Olanda con Nars Gottmer con Goldenboy Vinckenburgh.

Domenica, ultimo giorno di CDI 5*. Nel Grand Prix Special arriva la conferma e vittoria di Carina Kassoe Kruth con Heiline’s Danciera, al secondo posto abbiamo Juliette Ramel con il suo fedelissimo Buriel K.H e al terzo posto Charlotte Fry questa volta con Dark Legend. La competizione vede però come colpo di scena l’eliminazione di Cathrine Dufour con Bohemian a causa della fuoriuscita del binomio dal rettangolo, a detta della stessa Dufour, “per qualcosa che nella casetta di un giudice ha spaventato Bohemian”.

Johanna Due Boje e Mazy Klovenhoj

Nel Grand Prix Freestyle abbiamo nuovamente la vittoria della Svezia con Patrik Kittel e Well Done De La Roche CMF (detta Welly), al secondo posto per il Portogallo Joao Miguel Torrao con il suo stallone lusitano Equador MVL (da poco il suo seme è disponibile in forma congelata presso Van Olst Horses), al terzo posto Olanda con Patrick Van Der Meer su Chinook.

Tinne Vilhelmson Silfven e Devanto

Anche in Freestyle abbiamo come colpo di scena, l’eliminazione di Juan Matute Guimon per un taglio e la conseguente fuoriuscita di sangue in uno degli anteriori per un’unghia fuori posto in uno degli zoccoli. Fortunatamente si è trattata di una ferita solo superficiale.

Per l’Italia abbiamo visto solo come binomio quello composto da Liliana Fancello e il suo pony Abloom Dew-Drop.