Tags

Related Posts

Share This

Nausicaa Maroni una stagione d’ oro

Quella di Nausicaa è stata una ascesa continua negli anni culminata in questa edizione dei Campionati Italiani con un fantastico oro nella specialità Freestyle Grand Prix dopo un bell’ argento nel Campionato Tecnico Seniores Assoluto.

Per Nausicaa Maroni anche la grande soddisfazione di vedere entrambi i suoi allievi (l’ U25 Francesca Rapazzoli ed il figlio Filippo Di Marco negli Young Riders) conquistare l’ oro ed il titolo italiano nelle rispettive specialità tecniche.

“Direi che non potremmo tornare più soddisfatti da questi campionati , come scuderia Il Cavallino vinciamo in totale 5 medaglie: 3 ori e 2 argenti, confermando il livello tecnico e anzi con qualche best score per i binomi.” Spiega Nausicaa Maroni a tuttoDRESSAGE.

“Decisamente non mi aspettavo questa medaglia d’oro, ma ci speravo…. Il nostro freestyle è tecnicamente complicato e nonostante Bamby (nome con cui Embajador viene affettuosamente chiamato in scuderia n.d.r.) fosse un pochino stanco, ha ballato con me divinamente. Entrambe le prove tecniche del mio Embajador sono state molto buone, purtroppo ancora piccoli errori , forse più dovuti alla tensione, non ci hanno permesso di concludere le due giornate tecniche con dei grafici puliti, quindi con una piccola perdita di percentuale.

“Sono molto contenta del lavoro svolto e del miglioramento che abbiamo dimostrato. Durante l’anno ho potuto crescere grazie agli stage che la Fise ha organizzato con Joan Hinneman , ma devo anche menzionare l’aiuto che mi ha dato Anna Merveldt che con i suoi consigli tecnici mi ha permesso di correggere gli esercizi e incrementare il punteggio. Quest’estate abbiamo lavorato sodo, anche dopo il diniego per la partecipazione agli Europei Senior, non ci siamo persi d’animo e abbiamo continuato la nostra preparazione .” Continua l’ amazzone milanese.

“Ho lavorato moltissimo con Francesca e Filippo, insieme , uno in sella e gli altri due a terra in campo a correggerci a vicenda , provando e riprovando, loro per un riscatto dagli Europei giovanili, io perché volevo dimostrare a me stessa che io e Bamby , che per tanti è solo un PRE, valiamo davvero.
Questo è solo il mio quinto anno come cavaliere da GP, per cui sicuramente questa è solo una tappa , non un traguardo , di questo bellissimo percorso sportivo , si può sempre migliorare.

“Non abbiamo ancora fatto un programma per l’anno prossimo , nella stagione invernale dobbiamo lavorare con i cavalli nuovi per il 2020 e se Bamby sarà ancora con me, programmeremo magari qualche concorso indoor che ci piace, per il gusto di farlo, anche perché il 2020 è l’anno olimpico e quindi per noi un anno di lavoro senza particolari impegni del team Italia senior.”