Tags

Related Posts

Share This

FISE Awards 2020: Maroni e Truppa per il dressage

L’evento si è svolto al Rome Cavalieri – A Waldorf Astoria Hotel Resort

Nausicaa Maroni e Valentina Truppa durante la premiazione ai FISE Awards 2020(photo courtesy FISE).

Una serata all’insegna di sport e solidarietà. È stato tutto questo l’edizione 2020 dei FISE Awards, che ieri, al Salone dei Cavalieri del Rome Cavalieri – Al Waldorf Astoria Hotel Resort, ha visto protagonisti i migliori atleti degli sport equestri, distinti in campo internazionale grazie ai loro risultati nel 2019. A fare gli onori di casa è stato il Presidente della FISE, Marco di Paola.
Numerosi gli ospiti della serata. Volti noti del mondo dello sport, della televisione e dello spettacolo. Anche il Presidente del CONI, Giovanni Malagò, ha voluto raggiungere il Rome Cavalieri per salutare gli ospiti dell’edizione 2020 dei FISE Awards.

Ad avvicendarsi sul palco nella serata condotta da Savino Zaba e Carolina Rey con il contributo tecnico di Cristian Micheli, sono stati i migliori cavalieri e le migliori amazzoni che l’Italia ha visto trionfare nel 2019.

Numerosi i successi e i protagonisti che il mondo dell’equitazione ha voluto festeggiare.

Per il dressage sono state premiate le amazzoni Valentina Truppa e Nausicaa Maroni per i risultati ottenuti nella stagione agonistica 2019 dove si sono laureate campionesse italiane assolute rispettivamente nella specialità tecnica e freestyle.

A Federico Lunghi, azzurro della nazionale italiana di paradressage è andato l’oscar di “Atleta dell’anno”. Il quarantunenne milanese, noto come “Fedone nazionale” ha rappresentato l’Italia in occasione degli ultimi tre Campionati d’Europa e dei FEI World Equestrian Games di Tryon 2018.
Il Gala, organizzato dalla Federazione Italiana Sport Equestri, ha portato in primo piano l’organizzazione umanitaria Fondazione Operation Smile Italia Onlus.

Federico Lunghi premiato ai FISE Awards (photo courtesy: FISE).

Si tratta di un’organizzazione medica umanitaria con una rete mondiale di volontari che si impegna ad aiutare migliaia di bambini di oltre sessanta Paesi nel mondo, affetti da labio palatoschisi, una malformazione che si presenta con un’interruzione del labbro superiore, della gengiva e del palato.

Proprio durante la serata il presidente della FISE, Marco Di Paola e la vice presidente di Fondazione Operation Smile Italia Onlus, Beatrice Menis dalla Chiesa hanno firmato un protocollo d’intesa che, non solo prevede che l’organizzazione diventi Charity Partner della FISE, ma vedrà anche i due enti collaborare nella divulgazione del progetto Smile House per la sensibilizzazione dell’opinione pubblica su questa particolare patologia.

In realtà la collaborazione tra i due enti è già iniziata con i FISE Awards, perché la Federazione Italiana Sport Equestri ha deciso di devolvere alla Onlus il ricavato della serata, per contribuire da subito concretamente all’acquisto di attrezzature mediche ed ospedaliere.

“Con i FISE Awards – ha detto Marco Di Paola, numero uno della FISE – la Federazione Italiana Sport Equestri vuole ringraziare tutti i cavalieri e le amazzoni che anno dopo anno contribuiscono a portare in alto il tricolore. Si tratta di un momento molto sentito dagli atleti del nostro meraviglioso mondo, che rispondono sempre in massa con la loro presenza. I valori dello sport – ha aggiunto il presidente – sono la colonna portante dei FISE Awards. Solidarietà e integrazione sono aspetti imprescindibili della sana attività sportiva. E anche per questo la Federazione ha voluto dare un forte segnale, sottoscrivendo il protocollo d’intesa con la Fondazione Operation Smile Italia Onlus che diventerà Charity Partner di FISE e alla quale sarà devoluto il ricavato della serata”.

“Siamo felici ed onorati che la FISE abbia scelto di sostenere Operation Smile nel 2020, anno importante per la Fondazione italiana perché compie 20 anni di attività – dichiara Alessandra Corrias, Direttore generale della Fondazione Operation Smile Italia Onlus- La bellissima serata di ieri, dedicata ai FISE Awards, è stata il principio della nostra collaborazione, che non poteva avere inizio migliore. Siamo sicuri che insieme alla Federazione Italiana Sport Equestri potremo far conoscere ancora di più i nostri progetti, sia in Italia che nel mondo, e continuare a curare i tanti pazienti che nascono con una malformazione al volto”

Grandissime presenze in occasione della “notte degli Oscar” del mondo dell’equitazione. Oltre agli atleti delle diverse discipline equestri, numerose personalità del mondo dello sport, della televisione e dello spettacolo hanno contribuito a celebrare i successi azzurri.
Tra loro: Roberto Cipullo (produttore cinematografico), Cristian Marazziti (regista), Giulia Luzi (attrice e cantante), Massimiliano Varrese (attore), Valentina Melis (attrice), Camilla Ferranti (attrice), Francesco Ferdinandi (attore), Carlotta Mantovan (giornalista e conduttrice TV personaggio Tv), Fabiola Biancospino (attrice), Rudy Zerbi (personaggio Tv), Marco Di Buono (conduttore e attore), Carlo Molfetta (ex atleta, Campione Olimpico Taekwondo Londra 2012), Flavia Tartaglini (atleta, Vela), Juri Chechi (Campione olimpico ginnastica Atlanta 1996), Leonardo Bocci (Actual, YouTuber), insieme ai Testimonial della Fondazione Operation Smile Onlus Stefano Masciarelli (attore), Livia Azzariti (conduttrice televisiva), Michele Mirabella (regista, autore e conduttore).