Tags

Related Posts

Share This

Successo di partecipazione al Forum Dressage 2019

Si è svolto il 19 novembre a Milano.

Katerina Wuest, Vincenzo Truppa, Marco Di Paola, Vittorio Orlandi, Barbara Ardu e Cesare Croce al 3° Forum Dressage (photo courtesy: FISE).

L’organizzazione del Forum Dressage 2019, curata in modo esemplare dai Dipartimenti Formazione e Dressage FISE con la collaborazione del Comitato Regionale Lombardo, è stata premiata non solo da una partecipazione numericamente inaspettata, ma soprattutto dai commenti estremamente favorevoli e positivi dei presenti, nel corso e dopo il Convegno.

Sala gremita al Novotel Linate per il 3° Forum Dressage (photo couresy: FISE).

Sono risultati importanti, che dimostrano l’importanza di operare in un contesto armonico e sereno di sinergia e collaborazione tra organizzazioni centrali e periferiche.

La sala riunioni del Novotel di Milano Linate è andata in overbooking ed è stato necessario integrare i posti a sedere sino all’ inverosimile.
Infatti agli oltre cento Officials, Atleti e Tecnici, che avevano mandato nei termini l’adesione, si sono aggiunti oltre trenta tesserati, che sono intervenuti senza iscrizione preventiva.

Il Forum è stato inaugurato con il benvenuto della Signora Basano Consigliere FISE responsabile per la disciplina e dal CAV. Vittorio Orlandi Past President FISE e attuale Presidente del Comitato Regionale Lombardia, che ha sottolineato l’importanza del lavoro in piano come attività tecnica propedeutica essenziale anche alle altre discipline equestri ed in particolare per Salto Ostacoli e Completo.

I giudici a 5 stelle Vincenzo Truppa e Katerina Wuest hanno galvanizzato l’ attenzione dei presenti (photo courtesy: FISE).

L’intenso e interessante programma tecnico di aggiornamento è stato illustrato con grande competenza e chiarezza da Katerina Wuest, giudice internazionale cinque stelle tedesca, coadiuvata dal nostro giudice internazionale 5 stelle Enzo Truppa, nel corso dell’intera giornata, con una breve interruzione per il lunch.
Katerina Wuest, che sarà Presidente di Giuria Dressage alle prossime Olimpiadi di Tokyo, si esprime ormai in un italiano quasi perfetto ed è riuscita a trasmettere con grande empatia, come sempre, nozioni tecniche di altissimo livello, derivanti dalla sua straordinaria esperienza anche di atleta, non solo agli Officials per consolidare la loro esperienza nel giudicare, ma anche a tecnici e cavalieri per migliorare le prestazioni dei binomi in gara.

Il tema principale dell’intervento era infatti in particolare “come minimizzare i punti non perdendoli inutilmente in gara!”
Gli argomenti illustrati sono stati supportati da una ampia e estremamente comprensibile documentazione costituita da centinaia di video e slide: un arricchimento del bagaglio tecnico utile per tutti i presenti nella propria attività quotidiana.

Ancoa una immagine della sala gremita riconosciamo tra i partecipanti in primo piano Grazia Basano e Nicoletta Milanese (photo courtesy: FISE).

Nel pomeriggio l’importanza della disciplina e dell’iniziativa per l’attuale Consiglio Federale è stata sottolineata dalla presenza del Presidente Marco Di Paola che nell’occasione insieme al CAV. Orlandi ha consegnato l’attestazione di “Centro Federale di Dressage Italia” alle associazioni della Lombardia che hanno ottenuto l’eccellenza nella disciplina ed i relativi requisiti nel 2019.

Il Presidente Di Paola ha avuto parole di particolare apprezzamento e ringraziamento per il lavoro svolto da tutte le componenti sportive ed organizzative (atleti, Officials, tecnici, genitori, Sponsor, comitati organizzatori, responsabili e dipendenti FISE del Dipartimento) che sono state artefici di un sensibile ed evidente nuovo sviluppo della disciplina in questi ultimi anni in Italia.

Al termine della giornata, il Responsabile del Dipartimento Cesare Croce ha ringraziato i presenti per la lusinghiera adesione al Forum e presentato le linee guida del Programma Dressage della FISE 2020 al fine di ricevere osservazioni e suggerimenti da Tecnici e Atleti in modo da poter formulare un documento definitivo condiviso prima dell’approvazione del Consiglio Federale.