Tags

Related Posts

Share This

Calabria: Terra di cavalli e cavalieri

In Calabria la passione per il cavallo ha radici ancestrali, che hanno trovato recentemente rinnovato entusiasmo, esprimendo atleti di valore assoluto internazionale come i cugini olimpionici Vincenzo e Bruno Chimirri nel Salto Ostacoli.

Claudia Polimeni in sella a Verdi

Più recente in tutta Italia e in Calabria in particolare la diffusione di una disciplina come il Dressage dalle connotazioni, meno adrenaliniche rispetto al Salto Ostacoli, ma più introspettive, che spesso poco si adattano alle caratteristiche estroverse degli atleti di origine latina!
A questo sviluppo del dressage al Sud in questi ultimi anni ha dato sicuramente un contributo importante Claudia Polimeni Frezza come referente della Fise per le attività al Sud Italia e Responsabile della Disciplina in Comitato Regionale Calabria.

Claudia Polimeni medaglia d’oro ai Campionati Centro Meridionali del 2017.

Claudia non si è limitata a promuovere la disciplina come dirigente sportivo, ma ha intrapreso una intensa attività come “amatore “ in sella al suo cavallo Verdi, seguendo un percorso di crescita iniziato nel 2014.
Verdi, Kwpn da Rousseau x Voltaire nato nel 2002, è stato acquistato da Claudia in Olanda all’età di 11 anni.
In Italia Verdi ha proseguito la sua attività agonistica con Claudia usufruendo anche dei consigli tecnici di Vincenzo Truppa.
Il binomio partecipa inizialmente nel 2014 alle riprese di livello M, ai Campionati italiani di Arezzo , ai Campionati Regionali e Centro Meridionali. L’anno successivo debutta in D1 e in St. George con risultati estremamente positivi.
Sale sul gradino più alto del podio ed è medaglia d’oro al Campionato Centro Meridionale nella categoria Seniores D del 2017 in Puglia.
Sempre nella stessa categoria medaglia d’argento nel 2015 e nel 2019 rispettivamente in Calabria e in Sicilia a San Giovanni La Punta.

“Adesso con Verdi stiamo lavorando per prepararci al debutto in Intermediaire D4, grazie anche al supporto di Ester Soldi, il tecnico scelto dal Dipartimento FISE in collaborazione con il CR per gli stages federali sul territorio, tenuti in Calabria e in Puglia insieme ai giudici Luigi Marinoni e Alessandro Poncino” racconta Claudia Polimeni Frezza e prosegue “abbiamo deciso anche di investire sul futuro perché in scuderia sono arrivati in lavoro due cavalli giovani di tre anni, un figlio dì Ampere x Fabriano e un figlio di Diferente x Scolari”.

Niccolò Frezza con Lady Marion

Ester Soldi, tecnico designato per la Calabria e per la Puglia ha effettuato ogni anno due o tre stages sul territorio. Gli stages hanno riscosso un successo particolare con la partecipazione soprattutto di atleti children e juniores , oltre ai rispettivi istruttori. Gli iscritti sono stati mediamente 20 per ogni stages . Sono tantissimi i giovani talenti che stanno crescendo. Tra questi anche il figlio di Claudia, Niccolò Frezza di soli 10 anni, che ha iniziato ormai da due anni la sua attività agonistica con ottimi risultati in gara con il pony Lady Marion, allevato in casa, raggiungendo con una percentuale di 71.45 un ottimo quinto posto alle Poniadi 2019 – Livello E tra i coetanei di tutta Italia!
“Claudia e’ fantastica e super efficiente ed organizza gli stages in regione alla perfezione. È sempre un piacere venire in Calabria e in Puglia e riscontrare tanto interesse per la disciplina e tanta passione, che trovano conferma nei costanti piccoli ma determinanti progressi tecnici” ha scritto Ester Soldi al Responsabile del Dipartimento Dressage al termine dell’ultimo stage ad inizio ottobre.

Bernadette Rizzuto selezionata per il Team Italia Juniores ai CH EU a Budapest

Quest’anno in Calabria al Centro Ippico di Bisignano si sono svolti anche la Tappa prevista al Sud di Coppa Italia e il Master Sud Italia. Grazie anche al coordinamento di Claudia per l’attività federale sul territorio “Il CIDA Paglialonga e altri circoli del territorio hanno contribuito alla formazione di giovani competitivi a livello internazionale come Bernadette Rizzuto, che ha, con grandi sacrifici personali ed economici dei genitori, perfezionato al Nord la sua preparazione prima di partecipare all’attività internazionale e rappresentare l’Italia agli Europei per la squadra juniores” conclude Claudia Polimeni Frezza.