Tags

Related Posts

Share This

Truppa e Ranieri bene nello Special

Trasferta complessa per diverse variabili ma Valentina Truppa fa tesoro di esperienza anche con il giovane Sauvignon al CDI 3*Nieuw en St. Joosland.

Valentina Truppa impegnata con Ranieri nel difficile rettangolo del CDI 3* di Nieuw en St. Joosland (photo courtesy: team Truppa).

Che il rettangolo olandese non fosse uno di quelli facili già si sapeva prima della partenza, le condizioni meteo hanno poi reso un po’ selvaggio il debutto internazionale di Sauvignon ed il primo giorno di gara complicato un po’ la vita anche a Ranieri ma l’ olimpionica azzurra ha saputo come suo solito capitalizzare sui fattori avversi per far fare esperienze importanti ai suoi cavalli poi nel Grand Prix Special un bel settimo posto con Ranieri sfiorando il 67%.

Sauvignon in quella atmosfera è stato “wild” e così il suo pezzo forte, ovvero piaffe passage si è trasformato in scalciate contro gamba ed invece di 7,5/8 sono stati 5 e 4…. ma il potenziale è eccezionale deve solo abituarsi a contesti così difficili, ci ricordiamo le prime gare di Eremo alla Mandria…  con situazioni simili… deve uscire tanto! Smile di Fonteabeti in trasferta di lavoro, anche lui il primo giorno sottosopra poi i giorni dopo sempre meglio…. ottima esperienza anche per lui in un posto così aperto e difficile.

Nel Grand Prix la nostra Valentina Truppa ottiene con Ranieri il  65.913% mentre con Sauvignon il 62,130% è proprio Valentina a spiegarci di questa trasferta con la sua grande capacità di mettere sempre le cose nella giusta prospettiva di lavoro e crescita per i suoi cavalli.

“E’ stata una gara difficile sotto certi aspetti ma sono contenta così! Trovo inutile andare a fare le gare facili sinceramente…” Spiega Valentina Truppa a tuttoDRESSAGE.
“Avevo una giuria di tutti giudici 5 stelle, concorrenza più qualitativa, situazione meteo e contesto difficile, almeno ho avuto un quadro reale della situazione.
Ranieri dopo un primo giorno non dei migliori (non usciva in gara da Nizza di agosto) data comunque l’età ed esperienza è stato gestibile e poi ha fatto un buono Special, abbiamo scontato il partire primi e un errore nei cambi a 2.

“Per quanto riguarda Sauvignon, era parecchio spaesato e nervoso, molto vento e molto freddo rispetto all’ Italia e anche il primo viaggio così lungo per lui non ci hanno fatto eseguire una buona gara.” Continua l’ appuntato dei Carabinieri.
“È stato molto teso e si è visto ahimè e tanti esercizi dove siamo sul 7 comodo sono usciti a 6/6.5 se ci aggiungiamo che come Ranieri il passo era molto agitato come dicevo causa vento, è venuta fuori alla fine la poca esperienza sui campi gara di questo genere.
Tuttavia abbiamo ricevuto molti complimenti soprattutto dopo che mi hanno vista lavorare i giorni seguenti col cavallo. Ora si tratta di farlo rimanere così anche in gara…ma sono ottimista! D’ altronde lui era quello che non entrava nei rettangoli…quindi ci sta.
Detto ciò siamo rientrati e iniziamo già a lavorare per Lipica con entrambi i cavalli da Gp. (Ranieri e Sauvignon n.d.r.).
Prima però faremo il CdN di Alessandria l’ 11/12 maggio coi giovani! È sempre tutta esperienza!” Conclude l’ olimpionica azzurra.

Tutto considerato dunque un esperienza costruttiva anche perchè, e questo Valentina lo ha ben presente, i contesti di queste gare soprattutto in Olanda ma anche in Germania offrono la possibilità di gareggiare in arene ben diverse dalle nostre con tantissima gente intorno, e condizioni davvero differenti (vento in primis), esperienze fondamentali per crescere i cavalli a livello internazionale.