Tags

Related Posts

Share This

Argomenti trattati nella riunione di Roma

Programmata a Milano, lunedì 11 febbraio, la seconda riunione

Francesco Girardi e Cesare Croce.

Si è trattato della prima riunione del 28 gennaio dei Dipartimenti Dressage ed Equitazione Paralimpica, riservata alle parti interessate per l’area centro-sud. Un successivo incontro per l’area centro-nord è già in programma lunedì 11 febbraio alle ore 14,00 presso la sede del CR Lombardia (Via Piranesi, Milano).

Il Direttore Sportivo delle Discipline Olimpiche Francesco Girardi, che ha aperto l’incontro, ha sottolineato l’utilità di riunioni di disciplina per creare maggiori sinergie tra tutti gli interessati.

La Federazione ha prodotto progetti per la promozione della disciplina che dovranno avere uno sviluppo  nel territorio attraverso la condivisione e il sostegno dei Comitati regionali e dei loro referenti.Tale azione coordinata è condizione necessaria per il raggiungimento degli obiettivi prefissati.

I programmi con l’aiuto di mezzi audiovisivi sono stati illustrati dai Responsabili dei Dipartimenti Ferdinando Acerbi e Cesare Croce.

Il Consigliere federale Grazia Basano ha confermato l’impegno del Consiglio Federale anche nel 2019 per sostenere un ulteriore sviluppo dei due Dipartimenti attraverso una maggiore dotazione economica da investire nella crescita delle discipline ed un incremento di manifestazioni inserite nel calendario sportivo. Tra queste iCampionati Europei Giovanili eUnder 25, programmati a San Giovanni in Marignano dal 24 al 28 luglio c.a., assegnati dalla Fei, sintomo di una riconosciuta fiducia nelle capacità organizzative di questa Federazione. Il Consigliere Basano ha poi rivolto ai presenti un invito al dialogo, al manifestare eventuali dissensi, proposte di modifica,in quanto questa Federazione, per porsi al servizio dell’utenza,ha necessità di conoscere le esigenze e le aspettative dell’ambiente.
Il Responsabile del Dipartimento Dressage Cesare Croce ha tenuto a sottolineare come lo sviluppo in atto è anche merito di una rinnovata sensibilità del Consiglio Federale e del Presidente FISE nei confronti della disciplina, come non avveniva da anni.

Questa sensibilità si è concretizzata sia in programmazioni tecniche, che in investimenti economici, rappresentati da un incremento di risorse per l’attività Sportiva di circa 150 mila euro nel 2019 rispetto al bilancio 2016. Da rilevare anche la riduzione del 50% per le spese di funzionamento a vantaggio dell’attività sportiva.

È stato sottolineato ancora una volta che la politica del Dipartimento è stata e sarà fortemente connotata dal programma espresso in campagna elettorale dal Presidente Federale, che prevede lo sviluppo tecnico della disciplina secondo due velocità. Quella relativa alla base sul territorio per ampliamento di numeri e qualità della stessa e quella connessa al vertice, per raggiungere risultati internazionali importanti.

Per il primo obiettivo sarà confermata nel 2019 la programmazione degli stages sul territorio.

Nel 2018 sono stati diciotto, di due giorni, in tutte le regioni suddivise in macro Aree, che hanno coinvolto circa 150 giovanissimi atleti o amatori.

Per il vertice saranno riproposti raduni mirati con Tecnici federali del settore Senior, Giovanili e Pony, affidati a Tecnici Stranieri di provata esperienza.

Nel 2019 è stato creato il Team Italia Dressage e istituiti i Centri di Dressage Italia.
Saranno otto le tappe di Coppa Italia dotate di premi in denaro con contributo FISE.
Sono stati confermati i Campionati Amatori, Assoluti, Coppa delle Regioni, Trofei Giovanili, Progetto Sport, Campionati Cavalli Italiani Mipaaft; sono stati introdotti i Campionati per i Cavalli Giovani e i Campionati per le tre aree geografiche (Nord – Centro e Sud) al posto del Campionato Centro Meridionale.
Ferdinando Acerbi, per il Dipartimento Paradressage,  ha sottolineato i significativi risultati dei nostri straordinari atleti paralimpici, che dopo i successi ai mondiali affronteranno l’impegno degli Europei a Rotterdam da protagonisti.

Le difficoltà di operare nel settore sono comprensibili a tutti, ma sono soprattutto apprezzabili i grandi sacrifici per affermarsi posti in atto dai nostri atleti.

Particolare attenzione viene posta dal Dipartimento per lo sviluppo della base e la programmazione dell’attività agonistica nazionale e internazionale spesso in sinergia con il Dipartimento Dressage.

Gli impegni internazionali previsti dal Dipartimento di preparazione agli Europei sono CPEDI Waregem (Belgio) ad aprile, CPEDI di Casorate Sempione a giugno, CPEDI di Cattolica a luglio. Si evidenzia come la programmazione sia permeabile alle esigenze dei binomi a secondo del loro stato di preparazione e si sollecita la necessità di maggior comunicazione tra i vari Team, al fine di avere un quadro chiaro delle singole programmazioni, vista la necessità di schierare squadre competitive e data le necessità di assicurare la qualificazione Olimpica.

Viene evidenziato il lavoro svolto alla base sul territorio dal Tecnico di base Chiara Fabi, che ha permesso di trovare nuovi binomi e assicurare un percorso di crescita omogeneo ai binomi esordienti, in vista di partecipazioni a gare ufficiali. Si esortano pertanto i vari Comitati Regionali a recepire la circolare volta a sollecitare richieste di stage e interventi dello stesso tecnico sul territorio nazionale che, come lo scorso anno, hanno permesso lo svolgimento di 10 appuntamenti di perfezionamento e scouting. (La circolare verrà spedita ai vari Comitati Regionali, dopo la riunione dell’11 febbraio a Milano).

Al fine di assicurare sufficienti occasioni di confronto per i vari binomi si rende noto l’accordo fra il dipartimento Dressage ed il dipartimento Para, che farà sì che durante lo svolgimento delle otto tappe di Coppa Italia, sia permesso ai binomi che ne faranno richiesta di richiedere l’inserimento di categorie a loro dedicate con la formula di “Test Event”. Questo permetterà ad atleti, tecnici e giudici un miglior monitoraggio dello stato dell’arte della preparazione dei binomi stessi, oltre che offrire un’occasione di crescita e confronto fra le parti interessate.

Tutti i presenti hanno apprezzato l’iniziativa e dato un contributo importante con suggerimenti e rilievi.

In particolare sono state richieste le seguenti modifiche:

  • Progetto Sport – Per il 2020 i periodi dovranno essere divisi diversamente 1° periodo: gennaio- maggio / 2° periodo: giugno-settembre.
  • Progetto Sport – Sono stati richiesti chiarimenti sull’uso delle redini elastiche per cavalli e pony (come da programma del dipartimento). Classifica unica o divisa.
  • Giurie Giovani Cavalli– È stato chiesto che venga nominata una giuria che durante il corso dell’anno possa collaborare con atleti e tecnici ad un percorso di crescita, possibilmente con la presenza di un giudice straniero. Qualifiche per la finale in almeno una tappa per i cavalli stranieri, come per Mipaaft. Giurie competenti e uniche nelle due/tre giornate di gara. I giudizi devono essere omogenei.
  • Formazione –Richiesta di attribuire agli Istruttori di Terzo livello la specializzazione in Dressage
  • Coppa delle Regioni – Viene richiesto di consentire che i binomi a titolo individuale nei due livelli della Coppa delle regioni siano almeno 10 in totale, compresi quelli di squadra. Togliere Kur E ed inserire come nel 2018, una ripresa tecnica come la E80 nel Trofeo Patente A. Valutare possibilità di introdurre per i Promozionali una Kur E semplice.
  • RIPRESE LIVELLO E-F-M– Unificare le riprese in tutti gli eventi di interesse Federale per cui. prevedere
  • E300 (al posto della E310) e E320
  • F110 (al posto della F105) e F200
  • M105 (al posto della M100) e M200.
  • Stage sul Territorio – I referenti regionali hanno chiesto la possibilità di prolungare a tre giorni la durata per estendere anche agli Amatori l’attività prevista.

Erano presenti anche i referenti Regionali della Disciplina di Emilia, Lazio, Lombardia, Marche, Puglia, Umbria, che hanno dichiarato il loro impegno per contribuire allo sviluppo della disciplina a livello territoriale.