Tags

Related Posts

Share This

Tryon 2018: Barbara Ardu elogia gli azzurri del dressage

Barbara Ardu, capo equipe per il Dressage a Tryon, soddisfatta dei due binomi azzurri in gara ai WEG.

Barbara Ardu,chef d’ equipe dressage  per il Team Italia ai WEG di Tryon . (photo © tuttoDRESSAGE).

“Dopo cinque giorni di lavoro in progressione, con una oculata gestione di un cavallo un po’ nevrile, Gelo delle Schiave agli ordini di Piero Sangiorgi si è rasserenato per arrivare a un ottimo livello di preparazione prima della gara”. Ha commentato Barbara Ardu, capo equipe per il Dressage azzurro a Tryon.

“Purtroppo un acquazzone, proprio mentre erano in campo prova, (talmente forte da interrompere il lavoro ndr) ha creato qualche problema. Nel rettangolo di gara con Gelo un po’ teso sono arrivati degli errori assolutamente inaspettati. Gelo delle Schiave è un cavallo giovane che presenta tre buone andature e davvero tutti gli esercizi. Un cavallo, dunque, dalle grandi prospettive.”

“Quello composto da Riccardo Sanavio e Glock’s Federleicht è un binomio giovanissimo formato proprio quest’anno”, ha aggiunto il capo equipe. “Riccardo ha avuto la grande fortuna di avere disposizione questa cavalla e la possibilità di montare per le scuderie di Glock accanto a due grandi Campioni come Edward Gal e Hans Peter Minderhoud. Insieme a questa cavalla ha all’ attivo poche gare, ma con un 70% in un concorso di prestigio come quello di Aachen. Oggi è stato protagonista di una gara magnifica dove non ha sbagliato nulla, ma con alcune sfumature che fanno ben sperare per il futuro e con grandi margini di miglioramento. Nonostante così giovane (28 anni ndr), Riccardo ha dimostrato grande freddezza in campo e insieme a Federleicht compone proprio un bel binomio; purtroppo fuori dallo Special per sole quattro posizioni. Una situazione che non lascia l’amaro in bocca, perché il risultato è talmente buono che va bene così”, ha concluso Barbara Ardu.