Tags

Related Posts

Share This

TRYON2018: Stefano Brecciaroli portabandiera azzurro ai Campionati del Mondo

L’ appuntato dei Carabinieri è il cavaliere italiano in campo ai prossimi Campionati del Mondo che vanta più presenze in nazionale in occasione di competizioni ufficiali .

Stefano Brecciaroli, l’ olimpionico di completo sarà il portabandiera della nazionale azzurra a Tryon (photo courtesy: FISE).

Sarà Stefano Brecciaroli il portabandiera azzurro della prossima edizione dei FEI World Equestrian Games™, che si apriranno domani, martedì 11 settembre (cerimonia d’apertura ore 17:45 ora locale), al Tryon International Equestrian Center in North Carolina (USA).

Con quattro edizioni dei Giochi Olimpici all’attivo (Atene, Hong Kong, Londra e Rio de Janeiro), altrettante presenze ai Campionati Europei (Luhmühlen, Fontainebleau, in cui vinse l’argento a squadre, Pratoni del Vivaro e Punchestown) e tre Campionati del Mondo (Jerez de la Frontera 2002, Lexington 2010 e Tryon 2018), l’appuntato scelto dei Carabinieri (romano, 44 anni il prossimo 19 novembre), è l’atleta italiano, che partecipa ai Campionati del Mondo di Tryon, con più presenze in nazionale in occasione delle più importanti competizioni ufficiali.

Un bellissimo riconoscimento per il cavaliere azzurro, sei volte Campione d’Italia, che fa parte della squadra azzurra di completo ai Campionati del Mondo 2018.

Sarà, dunque, Stefano Brecciaroli a esibire il tricolore in occasione della tradizionale cerimonia d’apertura che vedrà sfilare al Tryon International Equestrian Center li rappresentanti delle 71 delegazioni presenti all’edizione 2018 dei FEI World Equestrian Games™. Le nostre nazionali saranno ambasciatrici dell’eleganza italiana: indosseranno le divise realizzate da Cavalleria Toscana, i copricapo Kep Italia e calzeranno le scaroe appositamente realizzate da Scuderia 1918.

“Tenere alto il tricolore qui a Tryon – ha detto Stefano Brecciaroli – è un grande motivo di orgoglio. Mi sento investito di un’enorme responsabilità, non solo per la divisa che porto ogni giorno, ma anche perché avrò l’onore di rappresentare idealmente tutti gli sport equestri italiani. Qui a Tryon sentiamo il sostegno delle migliaia di appassionati che ci seguono dall’Italia con il consueto calore; noi siamo tutti pronti a dare il massimo con il tricolore nel cuore”.