Hi/Lo dropscore: la proposta italiana piace alla FEI

Giudicata di più facile applicazione rispetto alle precedenti ipotesi avanzate. L’iniziativa,  proposta dal nostro giudice 5 stelle Vincenzo Truppa e dal Capo Dipartimento Dressage Ing. Croce, già approvata dal Consiglio Fise sarà anche sperimentata nel 2018 nell’ambito di diversi eventi internazionali FEI da individuare.

Grandi novità arrivano dall’Assemblea Generale della FEI in corso di svolgimento a Montevideo in Uruguay.

All’incontro, che vede riunite tutte le federazioni equestri del mondo, presenti per la FISE il Presidente federale Marco Di Paola, il Responsabile del Dipartimento Dressage e dei rapporti internazionali Cesare Croce e la Coordinatrice dei rapporti internazionali per gli uffici federali Andrea White.

Le novità per il dressage arrivano dalle riunioni tecniche delle varie discipline. La FEI aveva previsto di non portare la delibera che avrebbe introdotto l’Hi/Lo Dropscore (sistema di assegnazione di punteggi, che avrebbe consentito una più omogenea distribuzione delle percentuali da parte dei collegi giudicanti). Durante la discussione è stato deciso non introdurre, ma sperimentare l’Hi/Lo dropscore e contestualmente di sperimentare anche la proposta della Federazione Italiana Sport Equestri che, dopo essere stata ripetutamente portata all’ attenzione della platea con apprezzamenti – è stata quindi acquisita dalla Federazione Internazionale. La FEI ha, infatti, stabilito di sperimentare anche la proposta FISE per il 2018 in una serie di eventi internazionali da individuare. La FEI ha ritenuto la proposta italiana più semplice da applicare, anche dal punto di vista del supporto informatico da adottare.

La sperimentazione di questo sistema era stata introdotta in via provvisoria in Italia dalla delibera del Consiglio Federale del 6 novembre scorso. In sostanza la proposta della FISE consiste nella modifica dei risultati dei membri della giuria che si discostano del 4% (ed oltre) dalla media espressa dal collegio giudicante. Questo sistema in Italia era stato adottato da subito, in attesa dell’approvazione del nuovo Regolamento Generale e di disciplina, fino a febbraio 2018. A seguito dell’acquisizione della sperimentazione anche da parte della FEI, il Dipartimento Dressage proporrà al Consiglio Federale di estendere la sperimentazione a tutto il 2018.

L’Italia effettuerà il primo test dell’Hi/Lo Dropscore il prossimo fine settimana a None negli impianti dell’Horsebridge dove si svolgerà la Finale di Coppa Italia (24/26 novembre). Cinque, secondo quanto previsto dalla sperimentazione i giudici: Laura Berruto (Presidente), Alessandro Poncino, Massimo Buzzi, Nicoletta Milanese, Tiina Karkkolainen (giudice straniero). Il Dipartimento sta già lavorando per allargare la sperimentazione anche al concorso di Natale di Sommacampagna.

L’Italia – ha dichiarato il Presidente federale Marco Di Paolatorna a dire la sua, non solo con i risultati sul campo, ma partecipando attivamente alla gestionale degli sport equestri internazionali. La decisione della FEI di adottare e sperimentare la nostra proposta è senz’ altro la conferma che stiamo lavorando nella giusta direzione. Abbiamo cercato di dare il nostro contributo e la Federazione Internazionale ha giudicato valida la nostra proposta: un motivo di grande soddisfazione per tutti noi e per gli sport equestri italiani”.