Tags

Related Posts

Share This

Le Kur, il tributo a Chablis…FieraCavalli: una notte indimenticabile!

Il ritorno del dressage a FieraCavalli non è certo passato inosservato ed il grande pubblico ha gremito le tribune per seguire le esibizioni di Valentina Truppa, Micol Rustignoli e Nausicaa Maroni.

Il “Biondo” Chablis si volta un ultima volta verso il pubblico a FieraCavalli come per ringraziare degli applausi e del grande affetto mentre una Valentina Truppa emozionata ma sorridente lo guarda prima della premiazione da parte del Presidente Marco Di Paola (photo © tuttoDRESSAGE/Marco M. Racca).

Per un momento ho pensato di essere a Lione o a Stoccarda o forse all’ Olympia di Londra nel vedere migliaia di appassionati riempire praticamente tutti i posti disponibili a FieraCavalli per ammirare dal vivo le magnifiche kur eseguite da tre delle nostre migliori dressagiste… è stato qualcosa di assolutamente rincuorante ed emozionante.

L’ Italia del dressage, grazie all’ eccezionale lavoro svolto dal Capo Dipartimento Cesare Croce con il Presidente FISE Marco Di Paola ed al coinvolgimento di Enzo Truppa, ha saputo ritagliare uno spazio per la nostra disciplina nella manifestazione equestre più amata dagli italiani e questo fa bene non solo al dressage ma all’ intero movimento dell’ equitazione tricolore che orfana del dressage sarebbe privata dalla tradizione, dalla sua storia più vera e profonda: la disciplina che è la base di tutta l’ equitazione stessa.

Micol Rustignoli e Corallo Nero hanno incantato il pubblico di FieraCavalli (photo © tuttoDRESSAGE/Marco M. Racca).

Sabato sera sotto i riflettori dell’ arena principale la prima ad entrare in rettangolo è stata Micol Rustignoli, la due volte campionessa italiana assoluta con un sorriso immenso sul viso ha incantato con Corallo Nero, l’ amazzone del Centro Equestre Monferrato allieva di Valentina ed Enzo Truppa ha lasciato a bocca aperta il pubblico soprattutto eseguendo i difficili cambi tempo tempo con una sola mano.

A seguire una brava Nausicaa Maroni con lo splendido stallone P.R.E. Embajador, l’ amazzone azzurra de “Il Cavallino” di Rosate da poco rientrata dai Campionati Europei MCI di Parigi con la medaglia d’ argento nella categoria Grand Prix, anche per lei una magnifica kur eseguita con il morello iberico da molti a Verona soprannominato il “Totilas di Spagna”.

Nausicaa Maroni con Embajador due grandi talenti sotto i riflettori a FieraCavalli (photo © tuttoDRESSAGE/Marco M. Racca).

Il momento più toccante ovviamente con l’ ultima esibizione, l’ ultima uscita di Chablis presentato dall’ amazzone che dall’ età di tre anni lo ha avuto in scuderia condividendo una vita agonistica intensa e ricca di grandi successi: Valentina Truppa.

Il pubblico ha ascoltato in religioso silenzio la presentazione del binomio dagli arbori fino alle Olimpiadi di Rio de Janeiro e le parole di Enzo Truppa. Per noi che abbiamo visto Chablis e Valentina in tutti questi anni gareggiare per tutto il mondo, incontrandoli nei rettangoli ma anche dietro le quinte, in scuderia o a casa…un forte groppo in gola, il senso del tempo che passa e che non ritorna, delle esaltanti emozioni che si trasformano in ricordi…sui grandi schermi le foto, quelle foto che io avevo scattato negli anni a Valentina e Chablis… in fondo anche io a mio modo piccola parte di bellissime pagine di sport scritte da questo grande binomio.

Valentina Truppa e Chablis nell’ arena di FieraCavalli per il saluto ed il ritiro ufficiale (photo © tuttoDRESSAGE/Marco M. Racca).

Valentina e Chablis danzano un ultima volta insieme poi… la musica termina, nella sua impeccabile divisa dei Carabinieri l’ appuntato Valentina Truppa fa il saluto militare e scende da cavallo, in un attimo gli occhi le si fanno lucidi poi…le lacrime, ora Valentina mentre Micol e Jack la raggiungono, sente davvero l’ emozione ma anche l’ affetto di un pubblico ormai completamente coinvolto da un momento così intimo e speciale.

Il mitico Jack, che definire groom non basta per descrivere il suo ruolo attento, preciso ed appassionato in questa bella storia, corre via con la sella, mentre una copertina con la scritta Grazie Chablis copre il corpo del biondo atleta.

Ci sono poi le premiazioni, i saluti, infiniti applausi noi chiudiamo con le parole di Valentina che saluta il pubblico prima di uscire con il suo “Biondo”: “Mi auguro che tutti Voi possiate trovare il Vostro Chablis!”

Parole d’ amore a sigillo di una bellissima storia equestre, di sport… di vita.